Conosciuta per la sua deliziosa birra e l’incredibile cioccolato, Bruxelles è una tra le capitali europee più originali e cosmopolite. Città del business per eccellezza, la capitale belga dispone di un’architettura e di una cultura che lascerebbero a bocca aperta chiunque si concedesse un minuto per ammirare l’incanto della città. Le luci, i colori e la vitalità fanno di Bruxelles una città piena di cose da fare e un viaggetto in questa capitale sicuramente sarà un’esperienza unica. Se vi va di visitarla ma avete poco tempo, seguite la nostra guida per scoprire cosa fare a Bruxelles in un giorno. E poi… a preparare la valigia!!!

Mattina

Bruxelles in un giorno

Finalmente fa giorno a Bruxelles e, come prima fermata, non potete scegliere niente di meglio delle Gallerie Reali Saint-Hubert. Costruite tra il 1820 e il 1880, le Saint Hubert furono le prime gallerie commerciali d’Europa. Eleganti e distinte, sono oggi coperte da duecento metri di vetrate e si dividono in tre zone: la Galleria della Regina, la Galleria del Re e la Galleria dei Principi. All’interno troverete un’infinità di negozi delle migliori marche, gioiellerie, ristoranti, cioccolaterie e persino un cinema ed un teatro. Lusso ed eleganza riempiono in lungo ed in largo le Gallerie Saint Hubert, alle quali potrete accedere dalla Rue du Marché aux Herbes, dalla Rue des Bouchers e della Rue de l’Ecuyer.

In tutta la piazza potrete trovare numerose casas gremiales del XVII secolo, denominate Maisons des Ducs de Brabant. Oltre a queste, potrete ammirare il Comune di Bruxelles – la costruzione più antica e importante della piazza – e le Pigeon, dove alloggiò Victorio Hugo durante il suo esilio in Belgio. Ovviamente non potete dimenticare la Maison du Roi, lunga residenza dei monarca regnanti trasformata oggi in un Museo della Città. Alla sinistra del comune si trova anche la Statua di Everad’t Serclaes, cittadino famoso per aver liberato la città di Bruxelles nel XIV secolo. 

Se volete fare una piccola fermata per riposarvi un po’, potrete accomodarvi su una delle tante terrazze per godervi una birra mentre contemplate la ricchezza architettonica della Grand Place. Se avete gusti più raffinati, il famoso bar della Grand Place, Le Roy d’Espagne, offre viste eccezzionali su tutta la iazza. Noi raccomandiamo senza alcun dubbio di fermarvi a godervi uno dei luoghi più affollati della città. 

Bruxelles in un giorno 1

Uscendo dalla grand place si trova il simbolo di Bruxelles: il Manneken-Pis. Tra le strade L’Etuve e Chene vi è una piccola statua di 50 centimetri sulla quale circolano varie leggende. Durante l’anno il comune traveste il Manneken-Pis in diverse occasioni e, se foste curiosi di veder almeno uno dei 650 vestiti che i presenti del governo hanno regalato a questa figura durante le loro visite a Bruxelles, nel Musée de la Ville potrete farlo. 

A circa dieci minuti dal Manneken-Pis si trova la Place d’Espagne, la quale vi farà sentire come se stesse visitando la Spagna grazie alla statua di Don Chisciotte e Sancho Panza. Non c’è molto altro da vedere nella Piazza di Spagna, però una visita è consigliata: soprattutto perché vedere così tanti simboli del resto dei paesi europei da una certa emozione e ci ricorda che siamo cittadini europei, oltre che italiani.

Il percorso continua e la prossima fermata sarà la Cattedrale di Bruxelles. Situata vicinissimo alla stazione centrale, la Cattedrale di San Michele e di Santa Gudula è un edificio gotico la cui costruzione è iniziata nel 1500. L’entrata è gratuita, eccetto quella al Tesoro della Cattedrale che costa 1€ e quella alla cripta che cosa 2,50€.

Pranzo

Bruxelles in un giorno 2

Una volta che la fame inizia a farsi sentire, potreste decidere di fare un salto a provare le migliori patate fritte del Belgio. Maison Antoine è uno dei fritkots (posti dove servono patate fritte) più fantastici che si possano trovare in città. Un’opzione abbastanza economica e perfetta se desiderate assaggiare la cucina belga!

Se non volete perdere troppo tempo a mangiare perché andate di corsa e volete rimettervi in cammino, uno di questi posti farà al caso vostro, facendovi ricaricare le pile ma non rubandovi troppo tempo. Se, invece, non vi convincesse l’idea, potrete provare uno dei tantissimi ristoranti tipici della zona: i menù includono Moules Frites, cozze con patate, Hutsepot, uno stufato di verdure/carne o qualsiasi altro piatto belga.

E di dolce non potete che provare uno dei bon bon o cioccolati super tipici di Bruxelles. Accettate consigli? Quelli della marca Godiva sono squisiti. 

Pomeriggio

Bruxelles in un giorno 3

A più o meno 10 minuti dalla Maison Antoine si trova il Parco del Cinquantenario. Dopo esservi riposati un pochino e aver ripreso le forze con del buon cibo tipico, il viaggio continuerò nel secondo parco più importante di Bruxelles. Troverete qui il fantastico Palazzo del Cinquantenario, la cui parte più caratteristica è l’Arco di Trionfo. Il palazzo accoglie, al suo interno, il Museo della Storia Militare, così come il Museo del Cinquantenario e l’Esposizione di auto Autoworld. Oltre a vederlo dall’esterno, in base al tempo che avete a disposizione, potrete decidere farvi sorprendere dalla sua cultura!

La Place du Grand Sablon riunisce numerosi edifici dei secoli dal XVI al XIX ed è considerata come un insieme architettonico meraviglioso del quartiere di Sablón. Tutti i sabati dalle 9:00 alle 17:00 e le domeniche dalle 9:00 alle 13:00 viene, inoltre, aperto un mercato di antiquariato e di libri, super amato e visitatissimo dai turisti. La piazza dispone di ulteriori negozi di antiquariato di gran classe, ristoranti di cucina tipica belga e – ovvviamente – fantastiche cioccolaterie. Una volta che vi trovate nella piazza, non dimenticate di dare un’occhiata alla maestuosa Notre Dame du Sablon.

Bruxelles in un giorno 4

Un poco più lontano si trova il famosissimo Atomium. Per arrivarci potrete prendere lì stesso la linea 6 della metro da Porte de Namur a Heysel e, in circa 40 minuti, arriverete al monumento più emblematico di Bruxelles. Costruito per l’Esposizione Universale di Bruxelles del 1958, l’Atomium rappresenta un atomo di ferro, più grande di 165 milioni di volte. All’interno di solito vi sono esposizioni permanenti e temporanee anche se – con le file che normalmente si formano – non vale la pena di aspettare. A pochi metri troverete il parco Mini Europe, un’area inaugurata nel 1989 che rappresenta 80 città dell’Unione Europea attraverso 350 riproduzioni in scala 1/25. Questa potrebbe essere la chiusura perfetta di una giornata non-stop tra le strade della capitale. Cliccando qui potrete trovare più informazioni sui prezzi della Mini-Europe, in caso aveste intenzione di conoscere l’Europa in miniatura.

Sera

A Bruxelles la notte inizia e finisce molto presto. Sarà la scusa ideale per approfittare di cenare nella zona della Grand Place e iniziare ad ordinare i primi bicchieri o le prime birre in qualche bar. Dopotutto Bruxelles offre oltre 600 tipi di birra diversi, e provarne qualcuno vi farà sicuramente rompere il ghiaccio. 😉 I quartieri più ricchi di festa nella capitale belga sono: Bourse, che offre una grande offerta di musica dal vivo; Saint Géry, in cui si trovano le feste più chill e tranquille; Loise, per godervi una notte di divertimento e con stile; Sainte Catherine con spettacoli in stile ‘freakshow’ e Saint Gilles, per godervi una serata diversa con gente interessante tra i bar tipici della città.

Discoteche a Bruxelles

In quanto alle discoteche, durante la vostra serata nella capitale belga, non può mancare una visita a Le Fuse, Le You o Havana Club. La prima è perfetta per gli amanti della musica elettronica, visto che è il locale più grande d’Europa dedicato all’elettronica il che si somma al titolo di locale più prestigioso di Bruxelles. Le You, invece, offre serate a tema dedicate a un genere musicale in concreto, quindi un po’ tutti si divertono. Havana Club è un locale multiculturale nel centro della capitale nel quale potrete godervi due piste da ballo e tanta musica dal vivo!! Inoltre ci sarà anche un menù (per tutti i gusti) dal quale potrete scegliere se assaggiare delle deliziose tapas, oltre che ovviamente passare dalle birre del pomeriggio ai bicchieri della sera.

Imperdibili

Bruxelles in un giorno 5

Percorso tra gli stand del comics

Se siete fan dei comics o non desiderate scoprire la città in modo convenzionale, vi proponiamo un percorso alternativo per scoprire Bruxelles attraverso l’arte sulle sue mura. Percorrendo i quartieri della città, e grazie alle 50 foto originali sulle pareti, conoscerete ogni angolo della città seguendo il percorso delle pareti dipinte del comic. Senza dubbio, questo è il modo più colorato e allegro di scoprire la capitale belga. 

Brussels Comic Strip Festival

A settembre il comic ha anche il suo festival personale nella capitale belga. Esposizioni, conferenze, animazioni… Tutto questo farà in modo che gli appassionati dei comics si godano un festival esclusivamente pensato per loro!

Se avete voglia di farvi un viaggetto e non siete sicuri di dove, Bruxelles è senza dubbio una città che si presta ai viaggiatori indecisi, specialmente per la sua variegata offerta. 

Leave a Reply